venerdì 19 maggio 2017

Soppressi tutti i treni della Rivarolo-Pont.





CANAVESE Le decisione nell’incontro tra Gtt e Regione dopo le cancellazioni e la rabbia degli utenti

Soppressi tutti i treni della Rivarolo-Pont. I pendolari andranno al lavoro con i bus

La linea chiusa fino a settembre ha mandato in tilt i pendolari
Alla fine, a pagare il conto è ancora una volta la tratta ferroviaria dell’alto  Canavese. Da martedì sarà soppressa la ferrovia Rivarolo- Pont, con i macchi- nisti che verranno dirottati su altri treni di maggiore flusso passeggeri.
La conferma ieri mattina da parte di Gtt e Regione durante l’incontro al quale hanno partecipato alcuni sindaci del Canavese. Ufficialmente la Rivarolo-Pont chiude fino a settembre e sarà gestita solo con autobus. Inutile dire della delusione da parte dei sindaci del Canavese, un territorio che ancora una volta è penalizzato dai servizi metropolitani.
«I recenti disservizi e le prospettive della linea Sfm1 sono stati oggetto della riu- nione convocata dall’assessore ai Trasporti della Regione alla quale hanno parte- cipato i comuni interessati dalla tratta, Gtt e l’Agenzia della Mobilità Piemon- tese – si legge nel comunicato diffuso dalla Regione».
Il 18 Maggio, in particolare, si è registrata una giornata di passione per gli utenti della linea, con ben 10 treni soppressi e notevoli ritardi, ma in generale nell’ulti- mo periodo si sono registrati pesanti peggioramenti negli indici di puntualità, con un ulteriore aggravio nell’ultima settimana.
L’ingegner Fantini di Gtt ha provato a spiegarne le cause. «Nello specifico la ne- cessità del doppio macchinista e la limitazione della velocità di marcia del treno. Tali disposizioni, su una tratta a binario unico come la Sfm1, hanno causato un aumento del fabbisogno di personale che ha prodotto un peggiora- mento delle performance e la necessità di assumere nuovo personale che però sta effettuando la necessaria formazione e non è ancora utilizzabile in servizio».
In prospettiva, l’assessore ai Trasporti ha ricordato come la Regione abbia inve-stito su questa tratta 2,8 milioni nel bilancio 2017 che si aggiungeranno ai 3,5 già stanziati negli anni 2015 e 2016 e agli 11,8 milioni di fondi Fsc destinati alla messa in sicurezza della linea ed in particolare alla dotazione del sistema Scmt (dapprima nella tratta da Settimo a Rivarolo entro il 2018 e successivamente an -che fino a Pont).
La riunione è stata anche l’occasione per parlare di elettrificazione della tratta Pont-Rivarolo e l’assessore ai Trasporti ha ricordato che, fino a quando la linea sarà di proprietà regionale, difficilmente si potranno trovare le risorse necessarie.