giovedì 18 aprile 2019

Incendio a NOTRE D................................




Incendio

Quello che brucia è il tempo sprecato
in una considerazione di un bene
mai amato abbastanza.

Siamo stati leggeri.
poco attenti con i monumenti
e con noi stessi
fin ora.
Poco attenti
increduli al detto
che la paglia vicino al fuoco
brucia immantinente.

Tra la gente
non c’era anima viva
pronta a dare
le proprie lacrime
per spegnerlo.

Ne valeva la pena
anche se irriverenti,
senza voglia di farlo.

E’ mancato
quel rispetto delle regole
che ha permesso al fuoco
di crescere a dismisura.
E’ mancato quell’amore
che fa un cuore grande,
una madre immensa
sotto una croce a piangere
il proprio figlio
o il proprio Dio.

E’ stata una
dimenticanza immensa,
una vera indecenza
nella civiltà del sapere e del fare
nella patria di tutte le libertà
anche quella
di dare fuoco
a una casa del Credo.

Gioacchino Ruocco

Ostia Lido           19.04.019




martedì 16 aprile 2019

Non si tratta del primo incendio che si verifica a Notre Dame

Non si tratta del primo incendio che si verifica a Notre Dame, quella della cattedrale è una storia travagliata come decine di altri monumenti anche se non c'è nulla di paragonabile a ciò che stiamo vedendo: una scena apocalittica. Non sappiamo casa succederà: se la struttura portante dovesse cedere sarebbe la fine della cattedrale. Non si tratta solo dell'edificio esterno ma di tutto quello che c'è dentro centinaia di opere d'arte di tutti i secoli uniche al Mondo.

La cattedrale di Notre Dame è stata colpita da altri incendi?

Notre Dame ha vissuto una storia segnata da diversi incendi, è stata restaurata nel 1800 ma il tetto era originale di epoca medievale, mentre la guglia crollata lambita dalle fiamme era ottocentesca. La cattedrale ha sofferto moltissimo nel tempo ma è arrivata a noi in ottime condizioni. Questo che sta accadendo in queste ore è un evento veramente drammatico.

continua su: https://www.fanpage.it/incendio-alla-cattedrale-di-notre-dame-montanari-storico-dellarte-scena-apocalittica/
http://www.fanpage.it/




Notre Dame

Mentre andavano le immagini
bruciavo dentro anch’io
con Dio onnipotente
che non faceva niente
per salvare una
delle sue case  più  belle.

Vincono gli imbecilli ?
Vincono gli imbelli ?
I pazzi messi ai fornelli
per fare da mangiare ?

Cosa bisogna fare
per rendere
questo mondo più sicuro?
Muro contro muro
o chiedere un nuovo diluvio
se veramente c’è stato
quello universale ?

Il fuoco che si alzava
già tante volte acceso
ricorda le bestemmie
del peccato
che già in tempi 
l’avevano bruciata.

Lingue di fuoco
contro il cielo e tante voci
avverse
a non desiderarne la fine
fino a quando
non è sembrata persa,
fino a quando
non è andata arsa
anche la misericordia di Dio.

Neppure le nostre lacrime
sono bastate a spegnerla.
L’acqua della Senna
che va perenne
non è valsa
nel quanto  in prima linea
e i santi
non hanno imprecato abbastanza
contro il tempo
ch’è rimasto inerme
con le sue nuvole.

Notre Dame
non ha fatto grazie
come si chiedeva
contro il fuoco degli stolti
che l'uccideva.

Ostia Lido 16.04.019

La fine del Chievo che conosciamo?

La fine del Chievo che conosciamo?

La piccola squadra veronese – che per alcuni anni era sembrata un modello – è stata retrocessa dopo undici stagioni in Serie A, nell'anno della penalizzazione per il caso plusvalenze

 Stefano Sorrentino e Marco Andreoli  Massimo Paolone/LaPresse  
Dopo essere stato ultimo in classifica per tutto il campionato, domenica il Chievo Verona ha perso 3-1 contro il Napoli ed è matematicamente retrocesso in Serie B con sei giornate di anticipo. Il Chievo Verona – o Chievo – quest’anno non aveva mai dato l’impressione di poter evitare la retrocessione, e la sua situazione era peggiorata a metà settembre, quando il Tribunale sportivo federale gli aveva inflitto tre punti di penalizzazione in classifica per il caso delle plusvalenze fittizie. Questa storia, che non è ancora del tutto chiusa, ha coinvolto tutta la società, fino al presidente e proprietario Luca Campedelli, e rischia di mettere fine al Chievo che quasi tutti conoscono, quello della storica promozione in Serie A del 2001 e di un progetto che per anni è stato simbolo di un calcio “sano”.
Il Chievo è la squadra di una piccola frazione di Verona che conta meno di 5.000 abitanti. Il borgo deve la sua fama alla squadra, nata di fatto nel 1929 ma rifondata nell’immedia to dopoguerra. Nel 1964 Luigi Campedelli, proprietario dell’azienda dolciaria Paluani, ne divenne proprietario e presidente e a partire dagli anni Ottanta, sotto la sua ges tione e quella del figlio Luca, il Chievo fu protagonista di una delle storie più incredibili del calcio italiano, salendo dalle categorie dilettantistiche fino alla Serie A, raggiunta nel 2001, e poi ancora fino ai preliminari di Champions League, disputati nel 2007.
A differenza dell’altra squadra veronese, l’Hellas, un club che negli ultimi vent’anni è stato gestito da diverse proprietà, spesso deboli e poco trasparenti, il Chievo ha saputo creare un modello di gestione oculato, spendendo sempre poco ma riuscendo nonostante tutto a disputare diciassette degli ultimi diciotto campionati di Serie A. Nelle ultime stagioni, tuttavia, la squadra è cresciuta troppo poco. Di conseguenza i suoi risultati sono calati fino al ritorno in Serie B: le cessioni di Valter Birsa, Lucas Castro e Dario Dainelli si sono rivelate incolmabili. In trentadue partite disputate quest’anno con tre allenatori diversi, il Chievo ha ottenuto soltanto una vittoria, a fronte di undici pareggi e venti sconfitte, compresa l’ultima decisiva contro il Napoli.
La scorsa estate, inoltre, il Chievo era stato accusato di aver contabilizzato nei suoi bilanci annuali delle plusvalenze fittizie, grazie alle quali avrebbe registrato un patrimonio netto superiore a quello esistente vendendo giocatori delle sue giovanili per cifre gonfiate. Le stesse accuse erano state rivolte al Cesena, la squadra con cui il Chievo mise in atto queste operazioni. Secondo l’accusa, senza le plusvalenze fittizie entrambe le società non avrebbero soddisfatto i requisiti per l’iscrizione agli ultimi tre campionati. La scorsa estate il Tribunale federale aveva condannato il Cesena a 15 punti di penalizzazione, anche se la società era poi stata esclusa dalla Serie B per irregolarità fiscali e successivamente fallita. Nel caso del Chievo, invece, era stata dichiarata l’improcedibilità, poiché la procura federale non aveva raccolto nei tem pi consentiti la testimonianza del presidente Campedelli.
A settembre il processo sportivo si era comunque concluso con tre punti di penalizzazione da scontare nella stagione in corso — a fronte dei quindici richiesti dalla procura — e 200.000 euro di multa. 
Il caso non è ancora chiuso: è infatti passato dalla giustizia sportiva a quella amministrativa, che sta ancora indagando Campedelli e l’ex presidente del Cesena Giorgio Lugaresi.
Nel 2007 – nell’anno dei preliminari di Champions League – il Chievo Verona era già stato retrocesso in Serie B una prima volta, ma era riuscito a tornare immediatamente in Serie A e il progetto sportivo non era sembrato compromesso. Ora però il futuro della squadra sembra legato all’indagine in corso sulla faccenda delle plusvalenze e, più ampiamente, alla capacità della società di ritrovare un nuovo modello di sviluppo.


martedì 9 aprile 2019

ANNOTAZIONE.... per gli a mici e per i nemici

Ogni giorno di più scopro tra le mie amicizie FACEOOK persone che godono nell'augurare a chi ha fatto una scelta politica diversa da quella attualmente in auge e al potere, tutto il male di questo mondo ignorando non soltanto le regole di una vita civile con idee opposte e alternative ergendosi a giustizieri del futuro prossimo qualora le sue idee dovessero affermarsi anche nelle scelte fin qui fatte da maggioranze composite solamente per stare al potere e mettere in pratica qualche idea che potrebbe raffarzore questo stato di fatto.

Non sono i primi a dirlo, ma i padri costituzionali li hanno preceduti alla fine della guerra attuando per governare il paese, una repubblica partecipata attraverso il voto.

Dichiarare di avere fiducia nello stato e nella magistratura solamente quando realizza la giustizia che vogliamo è più pericoloso di una dittatura perchè avvelena i rapporti anche tra amici e parenti, tra vicini e lontani, tra i nostalgici e il nuovo che avanza.

Certe persone stanno diventando insopportabili e dannose per ogni tipo di rapporto. Il dialogo civile non deve nascondere il malessere, ma trovare punti d'incontro per risolverlo e acquietare chi sente messo da parte e accusa gli altri in assenza di giudizi certi di colpevolezza.

                                                                        Gioacchino Ruocco

exibart.onpaper n. 105 stiamo preparando il numero della Biennale


Exibart segnala
[08|04|2019] Magazine

SONO DISPONIBILI ANCORA POCHISSIMI SPAZI PUBBLICITARI, AFFRETTATEVI!

Museio Bolzano, le nuove mostre 12.04.2019

Exibart segnala
[08|04|2019] Arte contemporanea
12.04.2019

Venerdì 12 aprile Museion inaugura la mostra della curatrice ospite Ilse Lafer Doing Deculturalization e Ludwig Hirschfeld-Mack: Spettacoli di luce colorata, mostra omaggio ai cento anni dalla fondazione di Bauhauscelebre scuola di architettura, arti e design tedesca(1919-2019).
Doing DeculturalizationLa mostra prende le mosse dagli scritti della critica e storica dell'arte italiana Carla Lonzi(1931-1982) e dal suo concetto femminista di deculturizzazione, riletto e attualizzato alla luce di pratiche artistiche sia storiche che recenti. L'esposizione presenta oltre 40 posizioni di artiste e archivi - con una particolare attenzione per quelle all'interno dell'Archivio di Nuova Scrittura (ANS), Collezione Museion.a cura di Ilse Lafer, curatrice ospite a Museion 2019durata mostra: 13/04 - 03/11/2019 
Ludwig Hirschfeld-Mack: Spettacoli di luce colorata
A cento anni dalla fondazione di Bauhaus , Museion presenta il Lichtspiel-Apparat (macchina per spettacoli di luce colorata) dell'artista Ludwig Hirschfeld-Mack (1893-1965). L'opera, realizzata negli anni venti del novecento, è una delle prime in assoluto a combinare luce elettrica e movimento e si pone al crocevia fra diverse forme di espressione artistica - pittura astratta, teatro, film e scultura di luce. Il Lichtspiel-Apparat è parte della Collezione Museion ed è una replica autorizzata della macchina originale. Completano la mostra fotografie, piani di costruzioni, partiture, filmati storici e recenti.a cura di Andreas Hapkemeyerdurata mostra: 13/04 - 03/11/2019
Museion Bolzano
www.museion.it

lunedì 8 aprile 2019

gRAZIE DELL'aMICIZIA


Ogni tanto mi arrivano messagi come questo

come se avessi un'azienda da promuovere
per incrementarla.
Mi chiedono amicizia ed io la concedo, come concedo il mio tempo 
a chi mi impegna con i suoi messagi.
Metto a disposizione di questi amici
tutti i miei sentimenti
per fornire a questi il mio senso di vivere la vita.
Fino ad oggi,
solo pochi sono rimasti com me affettivamente.
NON VOGLIO APPARIRE PER ESSERE QUELLO CHE NON SONO.
QUELLO CHE POSTO ARRIVA A TUTTI QUELLI CHE LO DESIDERANO.
LA MIA AZIENDA NON ESISTE.
ESISTO IO CON LE MIE REGOLE MORALI E CIVILI CHE CHIEDONO RISPETTO PER TUTTI
E ODIO PER NESSUNO.
I MIEI POST LI INVIO A TUTTI QUELLI CHE MI HANNO CHIESTO L'AMICIZIA.
I CONSENSI CHE SCATURISCONO A LIVELLO NUMERICO
MI DICONO CHE NON TUTTI MI GUARDANO,
CHE NON TUTTI MI SEGUONO.
ANZI STO INCOMINCIANDO A STANCARMI
DI GENTE CHE HANNO FATTO IL DIAVOLO A QUATTRO
PER AVERE LA MIA AMICIZIA
E POI NON NE DANNO RISCONTRO.

VI RINGRAZIO DELL'INVITO, MA NON HO UN'AZIENDA.
HO SOLO I MIEI SENTIMENTI
CHE OFFRO A CHI LI DESIDERA
PER RINFRESCARSI L'ANIMA.

gIOACCHINO rUOCCO

Raggiungi altre persone con promozioni e post in evidenza semplici da creare

Se desideri raggiungere un pubblico che vada oltre alle persone che hanno messo "Mi piace" alla tua Pagina, puoi mettere in evidenza un post o promuovere la tua Pagina.

Fai conoscere la tua azienda a un pubblico più ampio

Quando metti in evidenza un post o promuovi la tua Pagina, selezioni il pubblico a cui desideri renderlo visibile. Scegli le persone che hanno messo "Mi piace" alla tua Pagina, estendi la copertura ai loro amici oppure seleziona un nuovo pubblico.

Imposta il budget

Sei tu a controllare la spesa di un post in evidenza o di una promozione: non ti addebiteremo mai importi superiori al budget che selezioni. Il budget corrisponde al prezzo giornaliero che pagherai per la promozione di un post. In base al pubblico e al budget scelto, potresti raggiungere l'importo massimo del budget ogni giorno.

Prova l'app Gestore delle Pagine

Puoi mettere in evidenza i post e creare promozioni anche dall'app Gestore delle Pagine. Crea un post dal tuo dispositivo mobile e tocca il pulsante Metti in evidenza il post o Promuovi.
Scopri come mettere in evidenza i post di una Pagina Facebook aziendale con un corso gratuito online di Facebook Blueprint
1 persona su 3

su Facebook1 usa la piattaforma per cercare consigli e recensioni2

Facebook IQ esplora il modo in cui una presenza online aiuta persone e brand a instaurare e rafforzare le connessioni.

Consulta una ricerca di Facebook IQ sull'ottimizzazione delle campagne di direct response per Facebook, Instagram e Audience Network

Quali tipi di post dovresti mettere in evidenza?

Pubblicare contenuti sulla tua Pagina aziendale è un modo straordinario per comunicare a clienti e fan cosa sta facendo la tua azienda. Ecco alcuni suggerimenti per sfruttare al massimo i tuoi aggiornamenti:

Condividi aggiornamenti significativi

Che si tratti di contenuti relativi al settore o aggiornamenti sulle attività della tua azienda, rimani in contatto con il tuo pubblico grazie ai post di Facebook. Usa testi brevi e divertenti e immagini accattivanti per attirare l'attenzione. Puoi anche programmare i tuoi post per risparmiare tempo.

Ottieni maggiore attenzione per un post speciale

Quando pubblichi un post, puoi dargli maggiore visibilità nella tua Pagina fissandolo in alto o incorporandolo nel tuo sito web. Quando fissi un post in alto, rimarrà nella parte superiore della Pagina in modo che sia la prima cosa che le persone vedono. Se incorpori un post, questo verrà visualizzato sul tuo sito web.

Promuovi notizie o sconti speciali

Usa i post per proporre offerte speciali ai clienti, invitarli agli eventi o condividere il momento con un video in diretta.
Scopri come mettere in evidenza un post direttamente dalla tua Pagina Facebook nel Centro assistenza per gli inserzionisti.
Interfaccia per mettere in evidenza un post della Pagina Facebook aziendale su computer

Quale promozione è adatta alla tua azienda?

Facebook offre un'ampia gamma di piattaforme e obiettivi pubblicitari, ma puoi creare promozioni in modo semplice direttamente dalla tua Pagina. Ecco alcuni suggerimenti per scegliere la promozione più adatta al tuo obiettivo di business: