giovedì 25 maggio 2017

Paccheri all’acqua pazza: la vera ricetta napoletana






Paccheri all’acqua pazza: la vera ricetta napoletana



La cucina napoletana, amata e molto apprezzata in tutto il mondo, vanta una moltitudine di piatti e ricette e tutte raccontano storie e tradizioni, attraverso il viaggio dei sapori.
Uno dei modi di cucinare più diffusi, è quello di preparare piatti di mare “all’acqua pazza”, un metodo antico, che nacque proprio dai pescatori che facevano cuocere il pesce appena pescato, in acqua di mare e vino. Ricorderete la ricetta che vi proponemmo dell’orata preparata in questo modo, ma che ne dite se di provare un bel primo di mare preparato così? Oggi, per voi, una ricetta dal gusto delicato e travolgente, “paccheri con sugo di coccio all’acqua pazza”.
Vediamo insieme quali sono gli ingredienti necessari per questa ricetta.
-Ingredienti:
  • 2 cocci grandi
  • 10 pomodorini rossi
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 ciuffo abbondante di prezzemolo
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • 2-3 cucchiai d’acqua
  • 400 g di paccheri

-Procedimento:
Prima di iniziare la nostra ricetta, va detto che i cocci dovranno essere puliti e privati delle interiora e delle squame, sciacquati adeguatamente, in modo da essere pronti per essere cucinati.
In una pentola capiente far imbiondire gli spicchi d’aglio in un fondo d’olio, accompagnati dal prezzemolo precedentemente tritato.  Far soffriggere leggermente e poi aggiungere i cocci, lasciandoli cuocere per un paio di minuti, il tempo giusto per farli insaporire.
A questo punto aggiungere il vino bianco, lasciar sfumare per un minuto a fiamma vivace ed aggiungere successivamente i pomodorini tagliati a spicchi, qualche cucchiaio d’acqua e il sale.
Lasciar cucinare su fuoco medio a fiamma regolare, fino a quando il pesce risulterà cotto.
In una pentola alta, portare ad ebollizione l’acqua per cuocere i paccheri, che provvederemo a scolare un minuto prima del tempo necessario per far continuare la cottura col sugo.
Conservare quindi qualche mestolo d’acqua di cottura della pasta, saltare i paccheri nel sugo precedentemente ottenuto e aggiungere un po’ d’acqua per far terminare la cottura in padella.
Servire i paccheri ancora caldi e se volete, aggiungere il cocchio sfilettato per decorare il piatto e rendere ancora più saporita la vostra pasta, portando in tavola una ricetta semplice, delicata ma assolutamente di classe.